Precedente
Successivo

Educazione di Base

Educazione di base

Per educazione di base dei cani si intende l’insieme  delle modalità attraverso le quali il cane apprende le regole di comportamento necessarie per convivere con gli esseri umani e nella famiglia, un buon inserimento in società e un perfetto adattamento alle varie situazioni di vita, poichè educare il proprio cane non è un dovere, ma un piacere. I percorsi di educazione aiuteranno a capire meglio il carattere del cane e a formare con lui una prima relazione all’interno della famiglia. L’Educazione di Base permette al proprietario, attraverso il gioco, di gestire e controllare questo comportamento, così da insegnare all’animale le regole di buona convivenza. L’Educazione di Base quindi consente al cane di sviluppare il giusto equilibrio psico-fisico per convivere con il proprietario e la sua famiglia, inserirsi perfettamente nella società umana e adattarsi alle varie esigenze della vita. 

L’Educazione Base è inoltre il fondamentale punto di partenza per la partecipazione del binomio a qualsiasi disciplina sportiva cinofila.

Pertanto è importante che il vostro cane riesca :
> ad interagire sia con le persone che con gli animali
> ad esplorare nuovi ambienti o luoghi più o meno affollati
> a scegliere la condivisione spontanea dei giochi e delle attività
> a mettere in atto la propria intelligenza per la risoluzione di eventuali problematiche
> a correre e giocare in spazi aperti con altri cani ma tenendo sempre d’occhio il suo proprietario

Descrizione e regole del corso :
> possono partecipare sia cani di razza che meticci
> sono accettati cuccioli dai 4 mesi d’età e adulti di qualsiasi età e come per ogni corso, viene richiesto un primo incontro di conoscenza per valutare il percorso educativo più idoneo.
> il corso sarà composto da un massimo n.6/8 binomi cane-uomo
> la frequenza al corso dovrà essere almeno di 2 volte a settimana
> durante ogni lezione il proprietario deve presentarsi munito di bocconcini prelibati che andranno messi in tasca o in un marsupio, senza sacchettini di plastica, con eventuali confezioni di scorta di premi, sacchetti idonei per la raccolta delle feci, la fotocopia del libretto dei vaccini e con collari fissi o pettorina tipo svedese.
> è’ importante ricordarsi di tenere il cane digiuno qualche ora prima della lezione, sarebbe pericoloso farlo correre e giocare con lo stomaco pieno, rischierebbe torsione gastro-intestinale.

Insegnare qualcosa di nuovo al cane è un’esperienza divertente e gratificante. I cani imparano velocemente: a qualsiasi età sono pronti ad assorbire tutto quello che gli viene insegnato. Insegnare al cane i comandi di base permette un’efficace comunicazione cane-proprietario.

Molti comandi sono utili nella vita di tutti i giorni. Basti pensare a un cane che non ritorna al richiamo del proprietario. È altrettanto molto importante abituare il cane a tutte le manipolazioni a cui andrà incontro nel corso della propria vita iniziando precocemente con metodi gentili a tagliargli le unghie, spazzolarlo, fargli un bagno, pulirgli gli occhi, le orecchie, ecc…

Programma corso educazione di base del cane :

> Comando “Seduto“: ogni tanto è necessario, anche durante le uscite, fermarsi per riposare un po’, oppure se ci si trova a casa di amici può essere opportuno chiedere al cane di sedersi e stare buono. Il comando “Seduto” è uno degli ordini fondamentali da insegnare durante un addestramento per cani.
> Comando “Terra“: In cinofilia il terra o anche definito in inglese down, è un comando impartito al cane, per farlo stendere su una superficie. Il cane quindi dalla posizione di seduto o da quella in piedi, si stende sul pavimento, posizionando le zampe anteriori e posteriori secondo un canone ben preciso: il treno posteriore deve essere rannicchiato sotto al sedere, mentre le zampe anteriori devono essere stese in avanti.
> Comando “Fermo” o “Resta“: serve per insegnare al cane a restare fermo mentre il proprietario si allontana, azione in genere molto difficile per un cane.
> Comando “Vieni“: nel capire come addestrare un cane bisogna sapere che educare l’amico a quattro zampe a rispondere al richiamo del suo proprietario è fondamentale per evitare spiacevoli inconvenienti e permetterà di lasciarlo libero durante le passeggiate in tutta sicurezza.
> Comando “Lascia”: Anche questo comando è fondamentale per la sicurezza del tuo cane, sia che si tratti di qualcosa che ha in bocca e che potrebbe ingoiare oppure di un cane che ringhia dall’altro lato della strada
Comando “NO“: è uno dei più utili perché ci permette di controllare il cane ed evitare che mangi cibi pericolosi o si metta in situazioni spiacevoli.
> Passeggiare al guinzaglio in città e incrociando altri cani al guinzaglio
> Esercizi per allenare l’olfatto
> Metodi per creare attenzione verso la figura del proprietario

Bisogna inoltre distinguere l’addestramento dall’educazione. Nel primo caso si rende il cane capace di fare cose nuove e particolari, dirette a un fine specifico (es. agility, utilità e difesa, soccorso, ecc.), nel secondo caso si favorisce la naturale tendenza del cane a seguire le regole; si insegnano le regole utili alla convivenza con l’uomo: come ad esempio aspettare per avere l’attenzione, le carezze, il cibo o il gioco, tornare al richiamo, camminare al guinzaglio, ecc.
Sia l’educazione che l’addestramento dovrebbero essere basate sul rinforzo positivo, premiando i comportamenti che si desidera ottenere, piuttosto che sulla punizione.
La sessione di educazione o addestramento dovrebbe essere vissuta dal cane come una cosa piacevole. Sono assolutamente da evitare tutti i metodi di addestramento che implicano dolore fisico o frustrazione (ad esempio, il collare elettrico o con le punte).

L’educazione rappresenta la scuola elementare per il cane, l’addestramento di base la scuola media, l’addestramento avanzato il liceo e l’addestramento agonistico l’università.
Se non hai fatto elementari e medie, non ti puoi iscrivere al liceo.
Elementari e medie sono obbligatorie per tutti i cani esattamente come lo sono per gli umani: liceo ed università no.
L’educatore è colui che insegna ai proprietari come convivere nel modo migliore con il proprio cane, a gestirlo in casa, in pubblico e in presenza dei suoi simili.
L’istruttore cinofilo è sì un educatore, ma ha anche appreso delle tecniche specifiche necessarie per preparare il cane a svolgere determinati compiti: gare sportive (es. Agility, Obedience, Flyball, Sheepdog, ecc.), attività antidroga, ricerca dispersi, salvataggio in acqua, terapie e attività assistite (la cosiddetta Pet therapy), caccia, ecc.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per consentirti una corretta esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookies. Per maggiori informazioni consulta la nostra Privacy Policy